Tu da cosa ti fai guidare nella vita?

Quando una persona entra nel mio studio per intraprendere un percorso di counseling, la prima sensazione che mi dice è:

“Sento di aver perso il controllo della mia vita, di vivere in una successione di eventi indesiderati, di insoddisfazione profonda e non so il perché”

La sensazione che accompagna questa consapevolezza è principalmente fondata su questa domanda:

DOVE STO ANDANDO?

E’ brutta la sensazione di non conoscere la strada solcata, di sentire che quella vita che respiri ogni giorno non ti appartiene, e che in realtà vorresti altro.  

Non sai bene il perché ti ritrovi a camminare su quel sentiero.

Sai solo che ci sei senza conoscerne il reale motivo.

TI SENTI PERSO!

Come se qualcuno stia guidando la TUA nave, ma non sei tu il comandante, come se qualcuno stia decidendo per te il mare su cui navigare e in quale porto attraccare.

Tutto questo però lo accetti silenziosamente perché in realtà…

TU NON SAI DOVE ANDARE, TU NON SAI GUIDARE LA TUA NAVE!

La conseguenza di questa tua scelta silenziosa, però la stai pagando a caro prezzo.

NON SEI FELICE!

Vedi tutto nero, nonostante le cose sembrino in ordine, e sei alla continua e incessante ricerca di qualcosa che non sai ben definire che ti renda felice.

Ma come fai a cercare qualcosa che ti possa davvero rendere felice se non hai il Timone?

Quando eri una bambina eri tutto istinto, se volevi qualcosa te la andavi a prendere, se avevi fame mangiavi, se eri felice ridevi, se eri triste piangevi e quando avevi il dolore al “pancino” lo dicevi tranquillamente senza essere considerata una “lamentona”.

Quando siamo piccoli e innocenti le emozioni ci fanno essere istintivi, ci azionano verso qualcosa, ossia verso il soddisfacimento che Maslow chiama la piramide dei nostri BISOGNI.

Le emozioni in qualche modo ci inducono a realizzare quelle che sono le nostre necessità.

Crescendo, però, quelle che erano le reazioni istintive, libere e naturali, iniziano ad essere giudicate.

Ci viene detto di non piangere perché è da deboli, di nascondere il sorriso perché se troppo è da “sgualdrine”, oppure di non gridare perché è maleducazione e tanti altri modi di dire.

Queste frasi che diventano dei veri e propri mantra, negli anni, ci congelano quelle emozioni a cui sono collegate le espressioni, a tal punto da non saperle più riconoscere quando si manifestano in adultità.

Ed ecco che ci ritroviamo a non SALTARE più dalla GIOIA, a non PIANGERE se siamo TRISTI, a non SORRIDERE se siamo FELICI, o ad ABBRACCIARE per evitare di mostrare la DOLCEZZA.

LE EMOZIONI, INVECE, SONO LA NOSTRA BUSSOLA, CI DANNO UNA DIREZIONE NELLE SCELTE DELLA VITA QUOTIDIANA.

Le emozioni ti dicono se quello che stai vivendo in quel momento, in quel luogo o con quella persona, è buono e sano per te, oppure se ti porta a malessere fisico e psichico.

Quando fai scelte che sono giuste per te, il cuore sta bene, la pressione sanguigna è nella norma, sul tuo volto c’è sempre un sorriso, nonostante le difficoltà quotidiane, senti profonda gratitudine verso la vita e una pace interiore.

Quando invece ti trovi con la TUA nave in un mare impetuoso, senza esserne il comandate, non sapendo dove andare, cosa fare, ma soprattutto dove arrivare, inizi a soffrire.

Mal di stomaco, mal di testa, pressione alta, colesterolo a mille, sovrappeso, pigrizia, salute cagionevole, ansia, panico e depressione.

Questi sono alcuni dei sintomi che Ti indicano che STAI SOPRAVVIVENDO.

Cosa fare per VIVERE davvero ed essere capaci di tracciare la propria rotta?

Devi recuperare la BUSSOLA, devi riprendere a farla funzionare.

Come farla funzionare?

Solo riscoprendo te stesso, le tue emozioni, quello che ti spinge davvero a scegliere le diverse opportunità che si mostrano dinanzi a te;

Solo riconoscendo le sensazioni corporee innescate dalle TUE emozioni, potrai capire qual è la rotta da intraprendere, quando e come spiegare le vele, se andare più veloci oppure rallentare, se partire o sostare, ma soprattutto potrai capire dove attraccare.

Solo così il tuo Viaggio sarà avvincente!

Certo non privo di ostacoli, sarei bugiarda a dirti che filerà liscio come l’olio, ma la sensazione più bella che avrai sarà quella di vivere il tempo senza sprechi, ricco di vissuti con tante soddisfazioni da raccontare anche agli altri.

Insomma la tua vita sarà vissuta come una MERAVIGLIOSA AVVENTURA.

E vedrai come la pressione sanguigna sarà più stabile, come ti sentirai più appagata con il tuo partner, il tuo corpo sarà più in forma, attivo e forte.

Allora, sei curiosa di conoscere la tua bussola delle emozioni?

CLICCA QUI ADESSO

Eliana Minardi – Counselor


Condividi questa pagina: 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail